Tag

,

Tempo di dichiarazione dei redditi…e di scelta su a chi destinare la propria quota del cinque per mille.

Ve lo dico subito: da poco sono entrato nell’associazione ASIC Toscana (www.asictoscana.org), ovvero Associazione per la Sordità e gli Impianti Cocleari. L’associazione è iscritta all’elenco delle organizzazioni che possono ricevere il 5 per mille, e per destinare la propria quota cinque per mille basta:

– individuare, sul proprio modello CUD, 730 o UNICO, la scheda “Scelta della destinazione del cinque per mille dell’IRPEF”;
– firmare nel riquadro “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c.1, lett. a) del D.Lgs. n.460 del 1997”;
– inserire il codice fiscale dell’ASIC, che è 92035420469.

Penso sia superfluo rammentare che destinare il cinque per mille ad un associazione non comporta pagare ulteriori tasse.

In questo modo permettete all’associazione di mantenere la gratuità di alcuni servizi offerti ed avviati nel 2012, in particolare:
– sportello di ascolto;
– sedute di parent training di gruppo per genitori di bambini sordi, condotte da due psicologhe professioniste;
– sedute di parent training individuali, condotte da due psicologhe professioniste;
– logopedia domiciliare per bambini con particolari esigenze.

Bene, se darete il vostro contributo alla ASIC…grazie!

Annunci