Tag

, , , ,

Cari lettori, carissime lettrici,

avrete notato che gli articoli, pur se scritti con cadenza settimanale (o quasi), hanno progressivamente dilatato i tempi di riferimento fra un episodio e l’altro…il perché è presto detto: c’è poco da raccontare, i progressi sembrano essere terminati. Se inizialmente i progressi erano all’ordine del giorno, lentamente i miglioramenti sono diventati via via sempre più impercettibili, sino quasi a scomparire (o almeno la percezione è questa), nonostante la logopedia quotidiana in casa e settimanale in ospedale. Ma, anche per capire dove mi ha portato questa avventura e, a distanza di 8 mesi, per fare un bilancio in grado di rispondere alla domanda “ho fatto una cazzata o ho fatto bene?” ecco una “tabella comparativa”…del tutto arbitraria, ma tant’è.

CON PROTESI

(sordità neurosensoriale profonda bilaterale oltre i 100 db fino ai 1000 hz, e niente oltre i 100 db, corretta con protesi phonak naida IIIUP bilaterali)

CON IMPIANTO

(sordità corretta con IC cochlear nucleus 5 monolaterale)

Conversazione tu a tu

Solo con labiale

Ottima, senza labiale (che comunque rimane, 30 anni di vita non si cancellano di colpo), e anche con rumore (non troppo forte) di sottofondo (es: in macchina). Migliore con voci conosciute

Riconoscimento voce

Riconoscimento voce uomo/donna

Idem. Si coglie maggiormente la sfumatura fra voci diverse di persone dello stesso sesso (es: di mia moglie, di mia mamma), ma il riconoscimento di una voce ancora non c’è.

Conversazione in gruppo

Solo con labiale

Solo con labiale, ma con miglior percezione di chi sta parlando, e quindi miglior partecipazione al gruppo. Buona comprensione quando parla una persona sola per volta.

Conversazione in luogo rumoroso

Solo con labiale

Idem.

Musica

Apprezzata musica ritmata (es: bonghi), nessuna comprensione dei testi cantati

Continua la predilezione per la musica ritmata, ma apprezzata anche musica più melodiosa (es: violoncello, clarinetto), continua la non comprensione dei testi cantati.

Fastidi ai rumori

Nessun problema

Mal di testa dopo concerti forti (es: musica rock), ma basta abbassare la regolazione dell’impianto.

Telefono

Impossibile

Buona con cavetto, ardua ma possibile senza cavetto, quasi impossibile con rumore intorno. Per il momento, telefonate solo a parenti ed amici, no agli sconosciuti.

Radio

Impossibile.

Buona con cavetto, discreta senza cavetto, difficile con rumori di sottofondo. Le vere difficoltà sono nell’attenzione – difficile mantenere la concentrazione sul discorso, la mente vola – e nel fatto che qualche parola la si perde, facendo quindi perdere il senso del discorso.

Televisione

Solo con sottotitoli

Impossibile senza cavetto, con cavetto si capisce qualcosa, ma sono comunque necessari i sottotitoli. Al momento si distingue solo la differenza fra quello che viene detto e quello che viene scritto.

Cinema

Impossibile, possibile solo nei cinema d’essai, dove proiettano film in lingua originale con sottotitoli.

Idem.

Per strada

Difficoltà nel sentire l’ambulanza, percepita più nei comportamenti degli altri che per averla effettivamente sentita. Difficoltà anche nel sentire le auto; percezione del clacson, ma spesso troppo tardi.

Percezione dell’ambulanza e delle macchine che arrivano sgommando, ottima percezione del clacson. La difficoltà è nel “riconoscimento” del suono: magari percepisco la sirena , ma non realizzo che è un ambulanza fino a che non me la trovo pronta a tagliarmi la strada.

Conferenze, seminari

Impossibile seguirli, necessario mettersi in prima fila e seguire il labiale.

Idem, con l’unica “aggiunta” che di tanto in tanto si percepisce qualche parola (dipende dall’acustica della sala e dalla posizione), cosa che aiuta nel tenere il filo del discorso.

Mentre riflettevo su questi miglioramenti e sulla bontà o meno della scelta fatta, mi hanno sottoposto in ospedale all’ennesima valutazione, con questi risultati:

Senza rumore

02/nov

18/gen

23/feb

08/mar

04/giu

Parole

20%

60%

70%

80%

90%

Frasi

0%

40%

40%

60%

90%

Domande

0%

40%

80%

100%

90%

Con rumore (60 db, 1000 hz)

Parole

0%

30%

60%

35%

65%

Frasi

0%

0%

20%

40%

15%

Domande

0%

20%

40%

50%

70%

Come si vede, in assenza di rumore la comprensione è quasi al 100%, mentre con rumore di sottofondo la comprensione cala drasticamente. Insomma, si migliora, ma i miglioramenti delle prove non sempre corrispondono ai miglioramenti nella vita reale.

Dunque, ne è valsa la pena? I miglioramenti sono finiti, o è solo una mia percezione?

Annunci