Tag

, ,

Finalmente ho finito l’ascolto dell’audiolibro di Pinocchio (lo scaricate liberamente qui), che si è progressivamente rivelato sempre più semplice. La metodologia adottata è stata questa: prima ascoltavo il file, cercando di capire il più possibile di quello che veniva narrato, poi riascoltavo il file con la possibilità di leggere il testo, ed infine riascoltavo il tutto, senza testo. Se le prime volte ero obbligato a leggere il testo per capire, arrivato in fondo al libro potevo tranquillamente saltare questa fase, limitandomi a riascoltare le parti non comprese.
In tutto questo, faccio presente due cose. Primo, l’ascolto dipende in modo incredibile dalla concentrazione. Non appena ti distrai (e basta seguire un attimo il flusso dei tuoi pensieri per farlo) si perde irremediabilmente il filo della narrazione e quindi il senso del discorso. E quando il cervello si risintonizza sull’audio, è troppo tardi. E mantenere la concentrazione attiva per lungo tempo è difficile, la stanchezza si avverte presto. Seconda cosa, per questo tipo di esercizi è comodissimo avere un telefono tipo smartphone o i-phone. Perchè questo? Presto detto: con questo mini computerino è possibile contemporaneamente ascoltare file audio e leggere il testo in pdf, ed essendo piccolo lo puoi portare sempre con te. Quindi, non appena c’è un momento di pausa (in treno, in ospedale etc etc) basta tirarlo fuori e fare esercizio.
Dimenticavo: questi ascolti li sto facendo utilizzando il cavetto che collega fonte sonora (telefonino, ma a volte anche pc) con impianto. L’ascolto “libero” purtroppo ancora non mi è possibile, perché la confusione di fondo non mi permette di capire niente di quello che viene detto. Anche quando provo ad ascoltare la radio capto una o due parole su una decina, ancora troppo poche per provare a ricostruire la frase.
Finito Pinocchio, il dilemma: con cosa proseguire? Ho optato per “il giornale dei bambini”, disponibile qui,  e mi sono accorto di una cosa, banale per i più, ma inaspettata per il sottoscritto: le voci non sono tutte uguali! Nel sentire Pinocchio la voce narrante era una sola, e percepivo le differenze fra quando simulava la voce grave del grillo parlante e la voce acuta di Pinocchio, ma sostanzialmente era la stessa voce. Nel nuovo audiolibro, invece, per ogni racconto il narratore è diverso, e talvolta nello stesso racconto sono diverse le voci narranti…e mi sono accorto che le voci degli uomini sono molto più gravi e cavernose di quelle delle donne, nitide e squillanti. Sono le voci femminili quelle che comprendo meglio, e questo è dovuto alla mappatura dell’impianto. Ho fatto presente la cosa durante il mappaggio, mi hanno “aumentato la percezione dei gravi” (frase che non ho capito e quindi semplicemente trascrivo) e come risultato, “indossando” la mappa numero 12 dall’attivazione, ora percepisco tutti i suoni come più cupi…
Nella vita di tutti i giorni ormai la comprensione in auto, anche con il rumore della macchina e con voci di persone non conosciute è un dato acquisito. Inoltre nella logopedia a casa ascolto senza problemi la fidanzata che legge, anche in presenza di rumore di fondo dato dalla radio.
Ma non è tutto rose e fiori, ci sono anche le spine: non appena le voci da ascoltare diventano molteplici (e non occorre andare in discoteca, è sufficiente un ufficio con tre/quattro colleghi, o una cena a più persone ) oppure sono presenti rumori di fondo (traffico stradale, musica di sottofondo nei negozi…) la comprensione va a farsi benedire, ed occorre tornare ai santi vecchi della lettura labiale.
Infine, ho fatto la nuova prova di valutazione, con i seguenti risultati. Senza rumore: parole 80%, frasi 60%, domande 100%. Con rumore di fondo: parole 35%, frasi 40%, domande 50%.
In pratica, riepilogando dall’inizio:

SENZA RUMORE 2 nov 2011 18 genn 2012 23 febb 2012 8 mar 2012
Parole 20% 60% 70% 80%
Frasi 0% 40% 40% 60%
Domande 0% 40% 80% 100%
CON RUMORE DI FONDO (60 dB, 1000 hz)
Parole 0% 30% 60% 35%
Frasi 0% 0% 20% 40%
Domande 0% 20% 40% 50%

La progressione è evidente, ora occorre concentrarsi sull’esercizio di ascolto in ambienti rumorosi…

Annunci