Tag

, ,

Finalmente nel mio letto, un solo piccolo conato di vomito è la reazione del mio corpo all’anestesia totale. Dalla flebo scorre l’antibiotico – una fiala ogni otto ore, per quattro giorni – e cominciano la sonnolenza e il dolore alla testa.

Non ci sono cose particolari da segnalare sui giorni successivi all’operazione. La febbre, mai comunque sopra i 37,5°, l’ho avuta solo per due giorni. Il post-operatorio non è stato particolarmente doloroso, tanto che ho avuto bisogno dell’antidolorifico solo una notte. Le sofferenze più grosse erano dovute alla deglutizione e al singhiozzo (una sorta di fitte vicine al timpano, che curiosamente davano l’impressione di “muovere” la parte interna dell’orecchio), e mi hanno dato la raccomandazione di evitare in tutti i modi di starnutire, in quanto dolorosissimo. Durante il giorno cercavo di stare più tempo possibile in piedi e a camminare, cosa che attenuava il mal di testa, mentre la notte il dolore si accentuava, impedendomi di dormire serenamente. Anche a letto dovevo cercare di stare con la testa più in alto possibile, e dormire stando in piedi non è facile. La notte in cui ho provato a dormire stando in orizzontale ha avuto come conseguenza un brutto rigonfiamento sul lato operato della faccia, subito sgamato dal dottore (“non hai dormito verticale, eh?!?”). Non ho avuto capogiri nè paresi parziali del nervo facciale (verificarlo è semplice, basta provare a chiudere ritmicamente gli occhi e stringere le mascelle: se ci riesci, è tutto ok). L’unica conseguenza è stata una parziale alterazione del gusto e una decisa inappetenza, forse anche conseguenti alla “qualità” della mensa ospedaliera.

Altra conseguenza, personalissima, era di non poter portare gli occhiali, ed essere quindi in isolamento parziale dal mondo: niente orecchi per sentire (vietato portare le protesi!) e pochi occhi per capire il labiale delle persone lontane…insomma, un rottame!

Operazione al giovedì, e lunedì pomeriggio già a casa, non senza aver prima fatto una TAC per controllare il corretto posizionamento della parte interna dell’impianto.

Insomma, l’operazione e il decorso post-operatorio sono andati molto meglio del previsto!

Annunci