Tag

, , , ,

Il giorno prima dell’intervento mi fanno firmare un foglio di consenso all’operazione. Fra le varie cose, mi colpisce l’elenco delle possibili conseguenze negative, che riporto. Logicamente, parlandone a voce con i dottori ed informandomi su internet ero già consapevole. Ma, per la prima volta, le vedevo raggruppate tutte insieme! A lato, dove presente, il mio commento (assolutamente non medico!).

1 – paralisi traumatica del nervo facciale (bocca e palpebre) – durante l’intervento operano nelle vicinanze del nervo facciale, per cui può accadere che venga disturbato. Succede quindi che ci siano, dopo l’operazione, difficoltà nel controllo della bocca e delle palpebre sul lato operato. Questi effetti sono perlopiù temporanei, dopo qualche giorno spariscono.
2 – rischi emorragici – è un rischio presente in tutte le operazioni, non solo nell’impianto cocleare.
3 – complicanze infettive (infezione della pelle nella regione operata) – può succedere che la pelle suturata dopo l’intervento si infetti, e che quindi faccia pus. Può anche succedere che si infiammi la ferita e che si sviluppi un infezione, cosa che è controllabile misurandosi la temperatura. In questi casi, comunque rarissimi, occorre semplicemente darci dentro con gli antibiotici.
4 – ematoma – si possono creare rigonfiamenti di sangue, e talvolta può essere necessario fare una piccola incisione per assorbire l’ematoma. E’ abbastanza frequente, ma quasi mai occorre tagliare. Un consiglio: se il dottore vi dice di dormire in verticale per evitare afflussi di sangue nella zona operata, seguite il suo consiglio, anche se vi sentite bene. Altrimenti, rischiate di risvegliarvi il giorno dopo con l’occhio gonfio e nero. Come è successo a me.
5 – necrosi del lembo temporale
6 – vertigine – avendo toccato l’apparato vestibolare, che controlla anche l’equilibrio, è possibile che ci siano capogiri. Questa conseguenza comunque è solitamente temporanea.
7 – alterazione del gusto e secchezza della bocca – al solito, andando vicino al nervo facciale è possibile che ci sia un alterazione del gusto. Anche questo effetto comunque è temporaneo.

(parte 1 di 5, continua…)

Annunci